Chi siamo

Per un Teatro dell’Accorgersi

Seguendo percorsi libertari e privilegiando la ricerca teatrale, nell’ 89 nasce ufficialmente l’Officina Teatrale, dando corpo ad un’ipotesi progettuale presentata nell’83 e attuata inizialmente in maniera sperimentale e discontinua. Impegnata a promuovere, nei primi anni di attività, scambi d’arte con compagnie italiane ed estere collaborando prevalentemente con attori e registi del “terzo teatro”, l’Officina ha poi identificato nella propria terra d’origine, la Capitanata e il “Sud” in generale, spazi stabili in cui operare, un territorio in cui intervenire e interagire, un proprio pubblico da stimolare con proposte di teatro nuovo ma anche di tradizione. Esemplificativa, a questo proposito, l’esperienza di recupero e gestione di un teatro privato  nell’ambito del “Progetto Teatro Nuovo” e l’attivazione di un Centro di Ricerca e di un Laboratorio Teatrale per l’attore, giunto al diciottesimo anno di corso in Capitanata, cui si sono affiancati, in questi ultimi anni, laboratori presenti in Comuni del sud e del centro-sud d’Italia. Attualmente l’Officina Teatrale  è impegnata a ridefinire la propria proposta teatrale attraverso collaborazioni con compagnie, teatri ed istituzioni culturali di Paesi del bacino mediterraneo e del Sud del mondo. Il progetto ultimo è la sedimentazione di una realtà teatrale strutturata ma aperta al confronto, intorno a cui far ruotare molteplici iniziative per dar corpo ad un centro di ricerca, formazione e produzione teatrale capace di interazioni e scambi con tutto lo spettacolo dal vivo.